Tre le norme sull’energia introdotte dalla Camera nel Collegato agricoltura, che torna al Senato

Articolo pubblicato martedý 23 febbraio 2016
Tre le norme sull’energia introdotte dalla Camera nel Collegato agricoltura, che torna al Senato

La Camera ha approvato il disegno di legge “Deleghe al Governo e ulteriori disposizioni in materia di semplificazione, razionalizzazione e competitività dei settori agricolo e agroalimentare, nonché sanzioni in materia di pesca illegale”, noto come “Collegato agricoltura” alla Legge di Stabilità 2014. Il provvedimento è stato modificato rispetto al testo approvato dal Senato, dove ora dovrà tornare.

Tra le modifiche approvate dalla Camera, ve ne sono tre che riguardano l’energia.

  • I costi delle attività di controllo legate alla tracciabilità delle biomasse per la produzione di energia elettrica vengono imputati ai destinatari degli incentivi, con conseguente attribuzione delle entrate al ministero delle Politiche agricole (art. 1, comma 9-ter).
  • Viene introdotta una nuova tipologia di servitù coattiva a carico dei proprietari di strade private, ai quali si richiede di consentire il passaggio di tubazioni anche per la trasmissione di energia geotermica (art. 3).
  • Vengono escluse dalla definizione di rifiuto contenuta nel codice ambientale le materie fecali, la paglia, gli sfalci e le potature, nonché ogni altro materiale agricolo o forestale naturale non pericoloso destinati alle normali pratiche agricole e zootecniche o utilizzati in agricoltura, nella selvicoltura o per la produzione di energia da tale biomassa, mediante processi o metodi che non danneggiano l'ambiente né mettono in pericolo la salute umana, anche al di fuori del luogo di produzione ovvero ceduti a terzi (art. 30-bis).

Fonte: astrolabio.amicidellaterra.it

Patrocini