Programma Arborshow 2019

Gli alberi in contesto urbano spesso presentano difetti nel proprio corpo legnoso o hanno subito danni derivanti dall’attività umana, specialmente all’apparato radicale.
In molti casi, questi alberi vengono percepiti come un rischio per la sicurezza pubblica, anche se, dall’altra parte, offrono molteplici benefici alle persone che vivono in città.
La corretta gestione degli alberi ornamentali è l’obiettivo di agronomi, periti agrari, agrotecnici e arboricoltori professionisti.
Con questa finalità si effettuano ispezioni frequenti, valutazioni di stabilità e interventi di arboricoltura, che a volte si concludono con la decisione di abbattere alberi di grandi dimensioni e grande valore paesaggistico.
Molti metodi collaudati di valutazione del rischio si concentrano ancora sui difetti evidenti del corpo legnoso, piuttosto che sulla capacità dell’albero di compensare tali danni con una crescita adattativa.
Considerando ciò che sappiamo sulla biomeccanica degli alberi, i nuovi approcci possono fornire agli arboricoltori basi concrete per valutare la probabilità di cedimento.
Dal punto di vista del lavoro in tree climbing, gli operatori devono affidarsi alla loro valutazione della forza dell’albero per scegliere i punti di ancoraggio naturali per i sistemi di accesso e risalita e di abbattimento controllato.
Dal punto di vista del tecnico che deve pianificare la corretta gestione degli alberi, questi studi forniscono gli strumenti per adattare gli interventi di potatura e di consolidamento all’analisi della biomeccanica della chioma, alla resistenza alla forza del vento e all’impatto della neve.
In questo seminario, i risultati delle recenti ricerche sulla biomeccanica e gli insegnamenti appresi da un elevato numero di prove di trazione saranno messi in relazione con la valutazione visiva di stabilità, tenendo conto anche della sicurezza degli arboricoltori.
I principi alla base della biologia, della biomeccanica degli alberi e della dinamica consentono di valutare con maggior precisione il reale livello di pericolo di cedimento di un albero o di parti di esso.
 
Comprendere la biomeccanica degli alberi aiuta a definire il livello corretto di potatura di contenimento e come costruire un sistema di consolidamento efficace. Inoltre fa la differenza tra operare in tree climbing in modo sicuro oppure pericoloso.
 
ECCO IL PROGRAMMA:
 
VENERDI' 17 MAGGIO : 
 
SESSIONE ALL’INTERNO 8:30– 12:30 
- Biomeccanica degli alberi e il metodo del Pulling Test (prove di trazione)
- Le scoperte dalle ricerche di biomeccanica degli alberi:
   - la forza e la rottura di tronchi e rami
   - l'ancoraggio degli alberi e la valutazione del rischio di sradicamento
   - l’aerodinamica degli alberi e loro risposta dinamica al vento
- Meccanismi di adattamento degli alberi:
   - mechanosensing
   - crescita compensativa
 - Le dinamiche dell’albero e gli effetti di potatura, consolidamento e abbattimento
SESSIONE ALL’ESTERNO 13:30– 18:00 
- Valutazione pratica del rischio
- Dimostrazioni pratiche di Pulling Test
- Applicazione pratica dei risultati delle ricerche di biomeccanica e statica degli alberi:
  - indicazioni per capire se la compensazione ha avuto successo o se c’è un aumento di rischio di 
    cedimento del tronco
  - valutazione della forza di ancoraggio da indicazioni visibili fuori dal terreno
  - considerare adeguatamente il carico del vento e la dinamica dell'albero
- Semplici strumenti ingegneristici per stimare fattori di sicurezza contro i rischio di cedimento
  dell'albero
- Adeguati interventi di arboricoltura per ridurre il rischio cedimento
- Come progettare sistemi di consolidamento adeguati
Per ulteriori informazioni clicca QUI
TERMINE ULTIMO PER L'ISCRIZIONE: 8 MAGGIO     
 
 
SABATO 18 MAGGIO : 
 
Durante la sessione del mattino, il tree climber inglese di fama internazionale Mark Bridge sarà relatore dell’intervento “Sistemi di tree climbing: compatibilità e corrette configurazioni in situazioni particolari”. Assieme al tree climber Gabriele Dovier verrà data risposta al quesito: "Quali criteri utilizzare quando assembliamo e configuriamo i sistemi?"

Nel pomeriggio Ezio Rochira, arboricoltore certificato Etw ed Ett, istruttore forestale e docente in materia di sicurezza sul lavoro e la dott.ssa Veronica Bonanomi, consulente del lavoro parleranno di: 
– sicurezza sul lavoro in tree climbing
– la corretta scelta dei sistemi e DPI anticaduta
– valutazione dei rischi dal punto di vista di datori di lavoro, dirigenti e preposti
– collaborazione tra lavoratori autonomi

 
Per ulteriori informazioni clicca QUI
TERMINE ULTIMO PER L'ISCRIZIONE: 8 MAGGIO          
 
DOMENICA 19 MAGGIO : 
 
Lo sviluppo e la gestione degli alberi in ambiente urbano, in particolare in parchi e giardini, sono condizionati dalla convivenza con altri elementi, come il prato e le aiuole.
I giardinieri e i manutentori sono spesso i primi ad avere la possibilità di osservare gli alberi presenti nei giardini in cui svolgono interventi con regolarità, sono loro che hanno il compito di mediare tra le esigenze degli alberi e le esigenze degli altri elementi verdi del giardino. 
E’ per loro infatti che abbiamo pensato questo convegno, per fornire le basi per un approccio professionale alla gestione del verde arboreo.
Gli argomenti del convegno vengono trattati in modo pratico con informazioni e nozioni facilmente applicabili.
I temi trattati saranno:
  • Gestire gli alberi in città
  • Tecniche di potatura
  • Funghi che degradano il legno​
  • I consolidamenti degli alberi
Relatori d’eccezione per questa domenica formativa: Mario CarminatiValentin Lobis, Marcello Parisini e Luigi Sani.
Per ulteriori informazioni clicca QUI
 
TERMINE ULTIMO PER L'ISCRIZIONE: 8 MAGGIO     

Patrocini