Noccioleti e biomasse: la Regione Umbria vara misure di sostegno

Articolo pubblicato luned́ 8 aprile 2019
Noccioleti e biomasse: la Regione Umbria vara misure di sostegno

La Giunta Regionale dell’Umbria ha reso operativo il bando per la creazione e lo sviluppo di una filiera corta regionale per il nocciolo, mettendo a disposizione 2 milioni e 600 mila euro nel PSR 2014 -2010; inoltre, a fine marzo, la Giunta ha avviato  anche il sostegno alla cooperazione per la fornitura di biomassa per la produzione di energia e processi industriali.

Entrambe queste azioni sferrano un pesante attacco ai territori.

«L’obiettivo della Regione con questo bando – ha detto l’assessore all’agricoltura Fernanda Cecchini – è proprio quello di diversificare la nostra agricoltura tradizionale. » e poi continua Gli interventi sono finalizzati alla cooperazione tra imprese agricole ed altri attori contribuiscono a migliorare concretamente lo stato di conservazione degli habitat o delle aree protette con soluzioni innovative che potrebbero essere inserite anche nei piani di gestione o nei regolamenti”.

La sottomisura "fornitura biomassa" è finalizzata a sostenere la costituzione di aggregazioni tra produttori di biomasse di natura forestale o agricola, ditte di utilizzazione e trasformatori della biomassa ad uso energetico, al fine di costituire filiere verticali in grado di valorizzare le risorse locali.

In particolare è prevista la presentazione di Piani di attività che contengano: lo studio di fattibilità di una filiera territoriale e le attività finalizzate alla costituzione della filiera stessa, l’analisi degli ambiti territoriali interessati, le biomasse di cui le aziende agricole o i possessori di foreste sono fornitrici, le categorie di soggetti che si intende coinvolgere ed il numero dei soggetti per ciascuna categoria, la dimensione economica complessiva stimata e la convenienza economica per la realizzazione della filiera.

L’aiuto è del 100% della spesa ammessa, con interventi prevalentemente ricadenti nelle aree della Rete Natura 2000 ed in altre aree protette. 

Fonte: www.newtuscia.it

Patrocini